Alchimie selvatiche - la cucina di resistenza



Ognuno/a ha la sua storia
Questa mia potrebbe avere il seguente sottotitolo: di necessitá, virtù!
E ancora: Ribellarsi, facendo.
Questo post non sará di tante parole, ma soprattutto di alcune immagini. Non metteró stavolta il sottotitolo, perché voglio far volare la tua fantasia.

La Cucina di Resistenza é quel modo di cucinare che ho adottato da un paio di decenni con determinazione.
Questo modo di cucinare, quasi costo zero, con ausilio di raccolte selvatiche ed una base di autoproduzione crea una indipendenza dai grandi marchi e da prodotti di massa. Crea e fortifica la Libertá.

A questo proposito leggi pure: https://comune-info.net/salviamo-i-semi/

Oggi mi sento ancora più sicura e consapevole di vent'anni fa. Certo.
Ma la via é una e se mi guardo indietro visualizzo i passi, uno dopo l'altro anche se magari vent'anni fa non ne ero consapevole. Ma sicuramente via, via convinta, di ogni passo.
Oggi produciamo il nostro grano ed il nostro olio. Il resto é selvatico (sono raccoglitrice), é di scambio o acquistato (biologico) in piccole realtá.

la Cura -  il mio corpo é il mio  tempio. Curarsi non vuol dire essere malati, Curare vuol dire amare. Prendersi cura del Luogo, della famiglia, degli amici, delle piante e degli animali che ci stanno intorno e soprattutto di noi stessi.

la Vocazione - non tutti dobbiamo coltivare un orto o conoscere le piante selvatiche. Insieme siamo forti, ognun* si dedicherá a ció che a lui/ lei è piú affine, alla sua vocazione. Solo cosí potrá essere felice e con lui/lei tutt* coloro che gli/le stanno vicino. Insieme siamo forti.

il Rispetto - del Luogo, della Natura, degli Umani, delle Piante ed Animali. 

la Parsimonia - ci occorre pochissimo per sfamarci e per vivere. Se andiamo a cogliere selvatico ricordiamo sempre di prendere solo il necessario. Se abbiamo tanto condividiamo. Paracelso diceva:"nella dose sta il veleno" e questo vale pure per erbe buone! (per buone intendo: né tossiche, ne' velenose). 

la Conoscenza del Luogo - conoscere il luogo che abitiamo é fondamentale. Cosí vedremo le piante e le erbe in ogni stadio dell'arco dell'anno e saremo più consapevoli dell'importanza della biodiversitá e della tutela del nostro Pianeta.



Questi piatti che sorridono, sono piatti i cui ingredienti sono naturali e la conoscenza dei sapori selvatici di semi, di erbe, di fiori ... mi dona la possibilitá di creare armonie di gusto. 

Spesso sogno i sapori ... la mattina appena mi sveglio e parto alla ricerca di quei fiori ed erbe ... e poi iniziano gli esperimenti alchemici nel mio antro-laboratorio. 

Viva la Vida  





















































Immagini e testo Daniela, Marzo 2020

A proposito leggi anche:  

Commenti

  1. Mica male qualche ricetta, visto che le foto sono molto allettanti....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e chissá un giorno le pubblicherò. Sono ricette estemporanee. Ogni giorno a seconda dal raccolto e della luna variano. Essenziali ingredienti: Fantasia, natura, conoscenza, intuito, bellezza e cura

      Elimina
    2. Che meraviglia! Si potranno avere le ricette? O almeno il nome del piatto e gli ingredienti principali per provare a rifarli, non riesco ad indovinarli tutti.

      Elimina
    3. contattami in privato e dimmi cosa ti interessa. Forse un giorno scriveró a proposito ... un giorno, forse

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. un post bellissimo...le riflessioni all'inizio dovremmo tutti tatuarcele addosso...ed attenercisi ogni giorno...sei un'anima bellissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti leggo solo ora... grazie, a presto conoscersi tra gli alberi 🌿💚✨

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

pianta magica ... il sambuco

Fumigare - Il ruolo delle Erbe officinali nella Vita quotidiana e nella Meditazione

Ombelico di Venere _ le insalate resilienti